Gravidanza: scegliere cibi
ricchi di acido folico

IN TAVOLA / Asparagi, agrumi e broccoli fonti naturali di vitamina B9

Quando si è in dolce attesa, è importante assumere buone dosi di acido folico o vitamina B9 perché tanti sono i vantaggi per il feto. L’acido folico, infatti, favorisce la chiusura del tubo neurale e contribuisce alla formazione dei globuli rossi, promuove il buon funzionamento del sistema nervoso e degli organi sessuali e contrasta alcune delle malformazioni neonatali più frequenti. Seppur in commercio esistano molti integratori di acido folico, questa vitamina si trova in buone quantità anche in alcuni alimenti come gli agrumi. In gravidanza fate anche il pieno di asparagi, gustosi e benefici. Tante sono le sue virtù: contengono buone dosi di acido folico ma anche di calcio, potassio e fosforo. Ancora, rappresentano un prezioso alleato per combattere i liquidi in eccesso e contribuire all’eliminazione di ritenzione idrica e cellulite che in gravidanza tendono ad accentuarsi. Tra gli alimenti più ricchi di vitamina B9 anche i broccoli che contengono anche sulforafano, molecola che rende questo alimento anche un potente antitumorale naturale.


TOP LIST

Sì a spinaci e ortaggi verdi

Se state programmando una gravidanza o siete già in attesa, consumate spinaci e, in generale, ortaggi a foglia verde che sono ricchi di vitamina C. Grazie anche alla presenza di clorofilla e carotenoidi, gli spinaci hanno anche una spiccata azione anti-tumorale perché combattono i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Cucinateli al vapore perché così sarete certe di mantenere inalterate le loro (tante) proprietà benefiche.


Cosa portare in tavola dopo aver partorito

EQUILIBRIO / E’ sempre buona regola preferire alimenti leggeri

Cosa portare in tavola per ritrovare la linea dopo avere partorito? La scelta dell’alimentazione deve necessariamente passare per il consiglio di un medico esperto che saprà consigliare gli alimenti migliori da consumare. Tuttavia, in linea generale, è sempre buona cosa affidarsi a cibi leggeri e genuini, in grado di non appesantire l’organismo, reduce da un evento impegnativo come il parto e salvaguardare anche la qualità del latte che passerete, attraverso il seno, al vostro neonato. Verdura, frutta, fibre e cereali integrali vanno sempre bene mentre sono decisamente da evitare i piatti troppo elaborati, le fritture, gli alimenti ricchi di grassi e conservanti, il sale, i dolci, le bevande ipercaloriche e gassate. Meglio contemplare pasti leggeri e frequenti evitando dunque abbuffate che potrebbero togliervi energie e slancio. Da evitare diete drastiche, specie nel periodo dell’allattamento.