LA FESTA DA GABICCE A PORTO SANT’ELPIDIO, LE LUCI SONO IL DENOMINATORE COMUNE DELLA SERATA

La costa brilla con la Notte dei Desideri

La sera del 26 luglio decine di eventi animeranno tutto il litorale marchigiano

MIGLIAIA di lucine illumineranno la costa marchigiana, per la 4ªedizione della Notte dei desideri. L’ultimo venerdì di luglio, il 26, i comuni della regione, insieme a associazioni, pro-loco e società specializzate saranno coinvolti in uno spettacolo a cielo aperto. Ecco alcuni degli eventi in programma. A FANO A Torrette la serata musicale aprirà l’evento del lungomare dove Mercatini e attrazioni in genere faranno da contorno ad una passeggiata rilassante e romantica. Dalle 22 musica con i dj di Radio Studio Più, alle 23.00 lo spettacolo piromusicale porterà i presenti in un mondo di favole, luci colori che per incanto prenderanno forma in acqua. I ritornati, campeggi e stabilimenti di Torrette di Fano proporranno un Menù del Desiderio a tema con la serata, la festa continuerà fino all’1.

CIVITANOVA MARCHE Tutti gli stabilimenti saranno in bianco con lumini e palloni aerostatici. ai quali affidare i propri desideri. Ci saranno cene a tema, poi a mezzanotte si accenderanno contemporaneamente tutti i lumini.

ALTIDONA Giochi ludici per bambini e famiglie impreziosito dalle scenografie fiabesche che creano atmosfera spettacolare e allegra con animazione di “Ciquibum” che da vita all’ angolo magico con spettacoli di bolle di sapone, giocoleria e baby dance. Al termine lancio di palloncini a led.

GABICCE MARE Il concerto “Donne che cantano e incantano” della San Marino Concert Band diretta dal M. Dino Gnassi, è il primo appuntamento del Festiva Gabicce in Rosa che avrà luogo dal 26 luglio al 2 agosto.

GROTTAMMARE Sfilata di moda con il coinvolgimento delle aziende che rappresentano l’eccellenza nel settore della moda, dell’oreficeria, dell’estetica dell’accessoristica.

MONDOLFO Spettacolo di arte varia con artisti, bambini e ragazzi.

NUMANA Marche Family Show prodotto dall’Associazione Arte Viva: uno spettacolo itinerante per l’Italia pensato per far divertire le famiglie del territorio e non solo. È prevista una parte ludico creativa con animazione per bambini, balli di gruppo, gonfiabili, e mascotte itineranti. Poi dalle 21:30 la musica.

PORTO RECANATI Un musical la cui sceneggiatura è tratta dai personaggi della Famiglia Addams.

PORTO SANT’ELPIDIO Lanterne e luci illumineranno tutta la costa SENIGALLIA: Venerdì 26 luglio, sul lungomare di Levante e di Ponente, inizia il weekend della “Notte dei Desideri”con una degustazione di prodotti tipici d’eccellenza in spiaggia a cura dell’Associazione “I Prodotti Nobili Marchigiani e Italiani”. Le degustazioni sono previste per l’intero weekend. Si continua sabato 27 luglio con il divertimento della “Festa della Rotonda”, per celebrare il monumento simbolo di Senigallia: alle 21.30 si esibirà in concerto Filippo Graziani, seguito dallo spettacolo pirotecnico alle 23.45; la serata si concluderà con MOKA in concerto, in collaborazione con la Consulta dei Giovani di Senigallia. Domenica 28 luglio, alle 5.30, Marco Santini al violino e Lucia Santini al pianoforte si esibiranno nell’ormai consueto concerto all’alba, con la splendida Rotonda a Mare a fare da scenografica cornice. (INFO: eventi.turismo.marche. it)


A San Benedetto arriva Vieri
Poi recital e mercatini aritigianali

PER LA NOTTE dei Desideri arriva Bobo Vieri e la sua Summer Cup, evento di sport e solidarietà con scopi benefici (26-28 luglio) Incontri con l’autore, Giulio Perrone presenta “L’amore finche’ resta”. Poi la Festa in onore della Madonna della Marina un’ occasione molto suggestiva per i turisti di conoscere la cultura marinara di S. Benedetto. Terzo e ultimo atto della ‘trilogia’ curata dall’associazione Culturale Verticale d’Arte, l’esposizione vedrà il percorso di mostra incentrato sul nudo e sull’arte della seduzione in epoca moderna. Da non perdere il Recital del mare e i mercatini con esposizione di prodotti artigianali.


A Lido arriva il luna park di Jovanotti

Musica, giochi e dj set dalle 14 a tarda notte,«ma la spiaggia si tiene pulita»

AL LIDO di Fermo arriva l’uragano Jovanotti, per una delle date del Jova Beach Party 2019. Il 3 agosto quasi 40mila persone balleranno con i piedi sulla sabbia oppure in acqua «Una figata pazzesca – ha commentato lo stesso Lorenzo Cherubini – , la cosa più bella che abbia mai fatto nella mia vita». Lo spazio di certo non mancherà, «Il villaggio che porterò in tour misurerà 300 metri per 100: come tre campi da calcio». Più di un concerto, più di un tour, più di una festa. Sarà un vero e proprio villaggio itinerante gigante, mastodontico, in riva al mare: sarà un luogo dedicato alla musica, ma nel quale troveranno posto anche ristoranti, aree per bimbi, giochi. In due parole un luna park di musica e luci. Le porte apriranno alle 14, mentre lo spettacolo comincerà al tramonto e finirà a tarda notte, quindi tante ore di musica, un mega dj set e un unico grande protagonista: Jovanotti. Si balleranno le sue canzoni e quelle di altri. Pezzi lenti e veloci: dalla disco alla trap, dal funky alla house.

«LA SCORSA estate sono stato a Risorgimarche – aveva raccontato il cantante durante la presentazione dell’evento – su un prato bellissimo delle montagne delle Marche, un’emozione incredibile e lo stupore di vedere che dopo il concerto quella marea di persone non ha lasciato nemmeno un pezzetto di carta in terra. Per me è stata la dimostrazione che è un evento del genere si può fare, anche in spiaggia, in luoghi fragili e bellissimi. Saremo io e la mia band e poi tanti amici e ogni data sarà diversa». In questo tour Jovanotti sarà accompagnato da 61 artisti provenienti da 23 Paesi del mondo. Ddj storici e artisti emergenti: tra questi Boomdabash, Sud Sound System, Ballo, Benny Benassi e Deejay Mazzz, il sassofonista e compositoreEnzo Avitabile insieme con il gruppo di percussionisti I bottari di Portico. Ancora Giorgio Poi, I pinguini tattici nucleari, Ex-Otago, Takagi e Ketra, Rocco Hunt e Rancore. Un’idea rivoluzionaria e un grande live, frutto della sua voglia di rinnovarsi, che aprirà nuovi orizzonti nel panorama degli spettacoli live in Italia. Un progetto in collaborazione con il WWF per rispettare l’ambiente e lasciare la spiaggia migliore di come la si è trovata. «Leregole sono uguali per tutti, si tiene tutto pulito, se si beve megliorestare a dormire in spiaggia. Sipuò godere la giornata senza spingere perché lo spazio c’è, staremo bene insieme».

DICIASSETTE date: il Jova Beach Party partirà il 6 luglio a Lignano Sabbiadoro, poi il 10 a Rimini, il 13 a Castel Volturno, il 16 a Cerveteri, il 20 a Barletta, il 23 a Olbia, il 27 ad Albenga e il 30 a Viareggio. Ad agosto il 3 a Lido di Fermo, il 7 a Praia a Mare, il 10 a Roccella Jonica, il 17 a Vasto, il 24 a Plan de Corones (una spiaggia a 2500 metri di altezza). Più il 13 agosto in Basilicata e nel nord Adriatico il 20 agosto, in località ancora da individuare. Prezzo unico per i biglietti, il costo è di 52 euro ma ibambini fino a 8 anni entreranno gratis. Si suona, si balla, si fa il bagno, ci si sposa: i sindaci hanno dato la fascia tricolore a Jovanotti, che sposerà una coppia in ogni data del tour estivo.


PORTO SANT’ELPIDIO TUTTO PRONTO PER IL PALIO DEL MARE. LUNGOMARE CENTRO: SI GIOCA A SCACCHI

E sul palco di ‘Faleriense in Festa’ c’è Noemi

ICONA di “città che legge” e villeggiatura balneare dalle tante specialità gastronomiche. Porto Sant’Elpidio, fulcro dell’industria calzaturiera, è la perfetta destinazione turistica per famiglie. Grazie ai sette chilometri di spiaggia e alle decine di eventi che ogni anno anima la città, la secondo più popolosa della provincia. Manifestazioni di tutti i generi e per tutti i gusti: musica, mostre, intrattenimento e sport. «Ci sarà il concerto di Noemi, che salirà sul palco di Piazza Cervi per i 65 anni di “Faleriense in Festa” (sarà una tappa del suo Blues&Love Summer Tour 2019 ndr) – spiega Elena Amurri, assessore al Turismo, Sport e Tempo Libero -. L’artista romana si esibirà domenica 14 luglio dalle ore 22.00 e il concerto sarà ad ingresso libero. Poi anche quest’anno riconfermata la rassegna Leggere Estate in collaborazione con la libreria Il Gatto con gli Stivali. Alla Torre dell’Orologio, ci saranno autori di libri che racconteranno il loro iscritto. Altro evento è il salotto della calzatura a Porto Sant’Elpidio, un mercato estivo legato al territorio ed al distretto calzaturiero attivo in questa zona. Per gli sportivi ci sarà il Mondiali di Soccer ». TANTE anche le attività organizzate dai quartieri: tra queste ci sarà la sedicesima edizione del Palio del Mare (6 luglio). «La suggestiva Investitura del Guardiano del Porto: tutto inizia il primo venerdì di agosto con la consegna delle chiavi, poi ci sarà la sfilata e gli sbandieratori. In zona Quadrata (lungomare centro), ogni giovedì di luglio e agosto, ci sarà la giornata dedicata agli scacchi. Qui abbiamo delle mattonelle che rievocano una scacchiera, con altrettanti scacchi giganti: ci si diverte ma si usa anche molto la logica».

Monica Generali


PORTO S. GIORGIO

Dalla Festa del Mare a Coverland: ecco il programma estivo

UNA CITTÀ tra mare e cultura, tra palme e palazzi liberty. Tutto questo è Porto San Giorgio, che per l’estate ha allestito una ricca programmazione tra mostre, mercati, cultura, sport. A cominciare dalla classica Festa del Mare con la padella gigante, che si svolgerà il 28 luglio sul lungomare centro invece che a Piazza Napoli. La Notte Rosa, il 19 luglio, sarà animata da uno spettacolo folkloristico internazionale in piazza Matteotti e dalle fontane danzanti sul lungomare centro. Confermate anche per questa estate Pro Loco in festa il 5, 6 e 7 luglio; il Festival ‘il Mare dentro’ dal 24 al 27 luglio a Villa Bonaparte e Rocca Tiepolo; il festival ‘Prima Secca’ dal 24 al 28 luglio sul viale della Stazione; Magica Notte, notte bianca per i bambini il 9 e 10 agosto. Per Coverland tre date il 10 luglio in piazza Matteotti e il 21 e 28 agosto nella piazzetta Silenzi. Previste inoltre 5 date di Dj set tra piazzetta Silenzi e via Oberdan promosse da commercianti e ristoratori. Non mancheranno Jazz al Castello, il festival organistico internazionale, il festival ‘Armonie della sera’ e il mercoledì del turista che include nella visita guidata ai beni culturali della città le ville storiche e la chiesa del Crocifisso con la mostra del presepio. La programmazione estiva si chiuderà il 14 e 15 settembre con il ‘Villaggio del ben-essere’ proposto dal gruppo comunale della Protezione civile. Cultura marinara, con il Museo del mare, Villa degli Oleandri e il più grande porto turistico, con una superficie di 140mila chilometri quadrati.


«Il Summer Jamboree in 350 scatti»

Parla Alessandro Piccinini, curatore della mostra per i 20 anni del Festival

– SENIGALLIA –

UN TUFFO nelle atmosfere dell’America anni ’40 e ’50, quando imperavano i juke box e il movimento pelvico di Elvis Presley infiammava le masse. Erano gli anni delle grandi bellezze del cinema, dell’ affascinante Marilyn, ma anche dell’umorismo amaro di Chaplin. A definire, però, il sapore di quei giorni, era soprattutto la musica. Migliaia di appassionati e semplici curiosi si sono riversati negli anni a Senigallia per assistere a concerti con veri mostri sacri del Rock’n’Roll; sui palchi si sono alternati, tra gli altri, Jerry Lee Lewis, Chuck Berry, Ben E. King e gli Stray Cats, senza dimenticare lo spettacolo del Burlesque, che ha visto anche la divina Dita Von Teese protagonista di una sensuale esibizione.

LEZIONI di ballo e concerti scatenati sono previsti in ogni angolo della città, dal centro storico al lungomare, da piazza del Duca alla Rotonda a Mare. E quest’anno la manifestazione arriva alla sua 20esima edizione che, dal 31 luglio, entrerà nel vivo della programmazione in un crescendo continuo fino all’11 agosto. Musicisti in arrivo da Stati Uniti, Canada, Colombia, Germania, Regno Unito, Spagna, Belgio, Svizzera, Argentina e Italia. E il rock’n’roll sarà raccontato, proprio in occasione dei 20 anni di festival, in un’apposita mostra: 350 scatti in esposizione a Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera. Rock’n roll is a State of the Soul il titolo dell’allestimento (comprodotto da Summer Jamboree e Comune) che, inaugurato il 14 giugno, con Peter Ford, rimarrà aperto al pubblico fino al 29 settembre. Curatore della mostra, Alessandro Piccinini, assieme ad Angelo Di Liberto, con la collaborazione di Sergio Canneto. Alessandro Piccinini, che cosa volete raccontare con questa mostra? «Saranno 20 sale espositive, con un racconto in 350 scatti di 41 fotografi. Che non vuole essere storiografico, piuttosto meravigliare lo spettatore attraverso foto magiche. Considerato che, negli anni, abbiamo accolto fotografi importanti che sono riusciti a cogliere attimi memorabili di felicità vissuti durante la manifestazione». Ci faccia qualche esempio… «Troverete gli scatti di Giovanni Cocco, Luca Locatelli, Pippo Onorati, Amedeo Turelllo, Guido Calamosca, Graziano Panfili e Giuliano Guarnieri, assieme a tanti altri grandi fotografi». Il tema dell’allestimento? «E’ tutto centrato sul valore della felicità e dell’unione, scaturito dalla musica. E soprattutto, sull’idea di liberazione regalata dal rock’n’roll. Una mostra che nasce per essere esportata in Europa e nel mondo.Sarà un racconto fruibile anche per chi non ha mai partecipato al Festival. Quando esci da questa stanze, si ha voglia di tornarla a vedere».

NELL’AMBITO dell’evento espositivo, per la prima volta in Italia, ci sarà la maxi installazione Wall of Wonder con un Burlesque Show olografico virtuale a grandezza naturale in anteprima mondiale messo in scena da Eve La Plume, la regina del burlesque in Italia. Ingresso: 12 euro adulti, 10 euro under 18 (orari: dal martedì alla domenica, festivi e prefestivi dalle 17 alle 23; ultimo ingresso alle 22,45. Lunedì chiuso).

Angelica Panzieri


LE MANIFESTAZIONI DAI DEEJAY XMASTERS AL FESTIVAL DEL BACAJA’, EVENTI PER TUTTI I GUSTI

Spettacoli pirotecnici e concerti, un’estate tutta da vivere

ESTATE a tutto gas a Senigallia. La spiaggia di Velluto si prepara ad accogliere turisti e visitatori con tante proposte di qualità, dalla cultura al divertimento, dalla musica allo sport. «Offriremo un ricco cartellone – afferma Paolo Mirti, dirigente dell’Area Cultura e Turismo del Comune di Senigallia – che ormai da anni proietta Senigallia sulla scena nazionale e internazionale e che dà un’identità a questa città». Si inizia con il CaterRaduno, l’evento territoriale che dal 27 al 29 giugno, con artisti del calibro di Mahmood, Noemi, Tiromancino, Carmen Consoli e Diodato, festeggerà il traguardo delle ventuno edizioni. Dal 13 al 21 luglio, i Deejay Xmasters, manifestazione dedicata agli sport non convenzionali. E ancora, il Festival Internazionale di Teatro Popolare Bacajà!, dal 7 al 17 luglio, al Teatro La Fenice. Suggestive anche le due serate del Filanda Festival, con un format dedicato all’opera. IL PRIMO appuntamento, con la collaborazione del “Macerata Opera Festival”, è in programma il 4 luglio: sul palco del Foro Annonario andrà in scena “La Carmen del desiderio”. Il secondo il 29 luglio, in piazza Garibaldi, con il recital operistico del soprano Marta Torbidoni. Grande attesa anche per il Festival ‘Ventimilarighesottoimari in Giallo’, dedicato al noir e al giallo civile, dal 18 al 25 agosto. All’interno della rassegna, saranno ospitati, tra gli altri, grandi registi italiani quali Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo. Il cartellone contiene altri eventi, come Demanio Marittimo Km 278 (19 luglio), la Festa della Rotonda (27 luglio) e lo Spettacolo pirotecnico sul mare (20 agosto), il Festival Organistico Internazionale di Senigallia, Senigallia Sotterranea, l’Estetica dell’Effimero e Pane nostrum.


I BORGHI

Da Corinaldo ad Arcevia, cosa visitare

PER GLI AMANTI delle colline, l’entroterra di Senigallia ha tanto da offrire. Tra i “Borghi più belli d’Italia”, Corinaldo rientra tra le tappe più gettonate. Il suo centro, dal carattere tipicamente medievale, è un susseguirsi di vie strette ed abitazioni in laterizio: lo scorcio più caratteristico è la Piaggia, detta anche le Cento Scale, che sale dritta fino alla Piazza del Terreno, sulla sommità del colle. Fra i più pregevoli edifici di architettura religiosa, spiccano la barocca chiesa dell’Addolorata; il Santuario di Santa Maria Goretti che conserva una reliquia di Maria Goretti, nata a Corinaldo; la Casa Natale della santa; la Chiesa del Suffragio e quella seicentesca di San Francesco. Poco lontano dal borgo, sorge la Chiesa di Madonna del Piano, nella località omonima. Tra gli edifici di architettura civile il Palazzo Comunale e l’ottocentesco Teatro Carlo Goldoni. Da visitare è anche la Sala del Costume e delle Tradizioni popolari, che conserva abiti realizzati ogni anno dalle sartorie dell’ “Associazione Pozzo della Polenta”, in occasione della rievocazione storica “Contesa del Pozzo della Polenta”, che si tiene il terzo fine settimana di luglio. In estate da non perdere è anche la nota rassegna “Corinaldo Jazz”.

IN MEZZORA di auto si può raggiungere la splendida località di Arcevia. Tra gli edifici più interessanti del centro storico, la barocca collegiata di San Medardo; il teatro Misa e il centro culturale di San Francesco. Mentre il Museo archeologico statale raccoglie una documentazione archeologica del territorio arceviese. I nove castelli di Arcevia, Avacelli, Castiglioni, Caudino, Loretello, Montale, Nidastore, Palazzo, Piticchio, San Pietro, costituiscono una delle attrazioni principali della cittadina: si tratta di centri abitati murati di impianto tre-quattrocentesco, che hanno conservato le loro peculiarità tipologiche fino ad oggi.


Omaggio a Leonardo: a Fano i suoi disegni
Il Palazzo Malatestiano ospita cinque immagini del codice Da Vinci

Ecco la mostra sul rapporto tra il genio e Vitruvio

I DISEGNI di Leonardo Da Vinci arrivano a Fano, con una mostra che celebra il rapporto tra il genio e Vitruvio. Cinque immagini del suo Codice Atlantico saranno esposte, per tre mesi, nella Sala Morganti del Palazzo Malatestiano. Dall’ 11 luglio al 10 ottobre, il museo ospiterà la mostra Leonardo e Vitruvio, alla ricerca dell’armonia – i leggendari disegni del codice Atlantico, promossa dal Comune di Fano, Regione Marche, Centro Studi Vitruviani e dal Comitato Mibac per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Da Vinci, con la collaborazione del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio di Vicenza. I cinque fogli, provenienti dalla Biblioteca Ambrosiana, mostreranno i disegni con cui Leonardo studiò il funzionamento dell’odometro (oggi contachilometri), dell’orologio ad acqua e della balestra, ma anche il rinforzo delle volte del Duomo di Milano e le lunule per lo studio della quadratura del cerchio. La mostra avrà anche un’importante parte digitale: alcuni dei progetti visibili sui cinque fogli saranno riprodotti con un software che ne simulerà il movimento, anche con l’interazione del visitatore. Il “Mirroring” offrirà invece una speciale proiezione dell’uomo vitruviano, che permetterà ai visitatori di ogni età di sovrapporre il proprio corpo al modello del celebre disegno per confrontarsi con le sue proporzioni.

ALTRA mostra importante dedicata a Da Vinci, si terrà a Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia che ospiterà L’arte della guerra al tempo di Leonardo. Modelli di macchine di un genio del Rinascimento. Inaugurata il 17 giugno nel complesso monumentale di Sant’Agostino, rientra nelle celebrazioni per il quinto centenario dell’Assedio di Mondolfo (1517-2017). Resa possibile grazie alla collaborazione fra Comune e Pro Loco di Mondolfo, sarà aperta tutti i giorni, ad ingresso gratuito, dal mercoledì alla domenica, dalle 21 alle 24; sabato e domenica anche nell’ orario 10-12.


DOPO 400 ANNI
IL DUCA TORNA A CASA:
ECCO IL RITRATTO DI TIZIANO

I DELLA ROVERE a Casteldurante animeranno il palazzo ducale di Urbania fino al 14 luglio 2019. Con una mostra importante, inaugurata il 13 aprile scorso. Dopo quasi 400 anni dalla sua partenza verso Firenze, quando fu spostato assieme ad altre opere preziose, ora torna Francesco Maria I Della Rovere, ritratto in una tela dall’ artista Tiziano. Il progetto, finanziato dalla Regione Marche con fondi europei destinati alla valorizzazione del Rinascimento, arriva a coronare le ricerche e gli studi compiuti a partire dal 1990 sul patrimonio e sull’eredità culturale dei Della Rovere nell’antico ducato di Urbino. Negli ultimi anni, infatti, sono state condotte ricerche su vari aspetti della cultura roveresca attraverso convegni, esposizioni, restauri e una collana editoriale. Da questo complesso di attività viene ad assumere un rilievo particolare sia la quadreria roveresca sia la libreria a stampa di Casteldurante (Urbania dal 1636) entrambe collocate nel Palazzo Ducale durantino dove ha avuto sede la corte dei Della Rovere fino al 1631.Altre opere, insieme al prezioso quadro, saranno in mostra a raccontare alcuni aspetti del collezionismo che animavano la dinastia roveresca.


A FANO IL BRODETTO È SERVITO:
PRONTO L’EVENTO DELL’ESTATE

IL FESTIVAL internazionale del brodetto e delle Zuppe di Pesce di Fano sarà l’evento enogastronomico dell’estate 2019. La manifestazione più golosa dell’Adriatico, giunta alla XVII edizione (ingresso gratuito), si svolgerà dal 4 al 7 luglio, sul lungomare Simonetti per celebrare il più famoso dei piatti tradizionali di pesce della costa adriatica. Fano tornerà a farsi palcoscenico della cultura gastronomica internazionale e ambasciatrice della tradizione marinara locale con laboratori dedicati ai bambini per far loro conoscere il mondo del mare e della pesca; presentazioni di libri dedicati al food; cooking show con i più importanti chef d’Italia; sfide internazionali dedicate alle zuppe di pesce del Mediterraneo giudicata dalle grandi firme dell’enogastronomia; degustazioni e spettacoli. Cultura e sostenibilità sono invece gli elementi di Fano Jazz By The Sea, in programma dal 18 al 28 luglio. Il festival jazz porta i migliori musicisti del mondo a Fano dal 1993, alla rocca malatestiana. L’evento, organizzato da Fano Jazz Network, in collaborazione con il Comune, con la direzione artistica di Adriano Pedini e con il contributo del Mibact, prevede ospiti internazionali: Arturo Sandoval, Joshua Redman Still Dreaming, Knower, Donny Mac Casilin, solo per citarne alcuni.


GRANDI OSPITI

LA MUSICA AL CENTRO DELLA SCENA
AL FESTIVAL DI MONTELAGO

DICIASSETTE volte Montelago. L’1, 2 e 3 agosto, a Taverne di Serravalle di Chienti, prenderà il via la 17esima edizione del Montelago Celtic Festival. Dove la musica sarà al centro della scena. Dopo anni di ricerca e innovazione che hanno trasformato la manifestazione in una fucina d’arte, Montelago intercetta l’ultima evoluzione del genere celtico, puntando dritto al cuore del folk declinato in tutte le sue possibilità. Ventiquattro live, 21 band, 3 palchi ufficiali e spazi dedicati all’improvvisazione. On stage i maggiori nomi della scena mondiale, vere leggende come la folk metal band spagnola Mägo De Oz e il maestro gaitero, José Ángel Hevia Velasco. E ancora gli italiani Folkstone che presentano il loro ultimo lavoro Diario di un ultimo, la country- band finlandese Steve ‘N’ Seagulls, o gli scozzesi Talisk, premiati dalla BBC come Folk Band of the Year 2017, oltre ai polacchi Beltaine, e poi The Sidh, Folkamiseria, Lennon Kelly, Lyradanz, The Gamblers, The Led Farmers, Katia Zunino, Clara Popolo, Giuliano Gabriele, Raffi. E poi le band protagoniste del V European Celtic Contest, concorso per nuove proposte del panorama folk europeo e gli stage strumentali e dell’artigianato per tutti gli appassionati.


GLI APPUNTAMENTI

AL PERGOLESI DI JESI 28 EVENTI PER PARLARE DI FUTURO

“FUTURO. INFINITO” è il tema del XIX Festival Pergolesi Spontini, rassegna internazionale itinerante che si terrà dal 31 agosto al 28 settembre a Jesi, nelle Marche e in luoghi di grande fascino artistico o paesaggistico della provincia di Ancona. Organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini e formato per la prima volta nella direzione artistica da Cristian Carrara, il Festival proporrà una riflessione sul futuro – e sulle radici storiche su cui si fonda – e la propensione verso l’infinito, con ogni evento che, attraverso punti visuali differenti, proporrà una particolare sfaccettatura del tema principale. In cartellone, 28 eventi in 21 giorni e 10 location, con 2 prime mondiali, 2 coproduzioni, 3 nuove commissioni, 5 eventi per tutta la famiglia. Centocinquanta gli artisti coinvolti, di cui 65 under 35 ed 1 robot, attraverso diversi generi musicali: opere, concerti e spettacoli di teatro musicale, dal barocco al classico, dal jazz al musical pop e la contaminazione tra differenti linguaggi, quali poesia, danza, arte, visual design, mapping, astronomia, robotica, clownerie, narrazione ed enogastronomia. Un Festival nuovo, pensato per incontrare pubblici e gusti differenti e che penserà anche ai bambini e alle loro famiglie, con la possibilità di lasciare i propri figli a divertirsi nei laboratori musicali

LA PUNTA DELLA LINGUA: C’È ANCHE CAROL ANN DUFFY

DA QUALCHE ANNO l’estate anconetana è lunga e ricca di eventi. Un trend che prosegue nel 2019 e che trova il culmine nella qualità della proposta di eventi ospitati da La Mole, centro propulsore di attività e spettacoli. Tra le varie manifestazioni, la 15esima edizione di Ancona Jazz Summer Festival, dall’1 al 18 luglio 2019. Con grandi ospiti: si va dal giovane trio lussemburghese Reis-Demuth-Wiltgen, al trio di Matt Wilson con Rita Marcotulli, dal doppio concerto con il solo del pianista argentino Carlos Franzetti al trio di Stefania Tallini, per finire con la serata polacca affidata al pianista Marcin Wasilewski. Fra i cantanti ospiti, Jazzmeia Horn e Charles Turner. E tanti altri ancora. Il festival ospita anche una mostra multimediale a cura del fotografo Pino Ninfa. Altro appuntamento importante La Punta della Lingua, uno dei più importanti festival di poesia d’Italia che quest’anno si occupa di linguaggi contemporanei e di grandi classici. E annovera, tra gli ospiti, alcune delle voci più importanti in attività di poesia, come la scozzese Carol Ann Duffy e Silvio Raffo, poeta traduttore di Emily Dickinson. La rassegna è in programma ad Ancona , riviera del Conero e Recanati dal 1 al 7 luglio. Tra gli ospiti anche Max Collini e Marco Paolini.


ESIBIZIONI UNICHE

E’ ORMAI nota come capitale della musica classica e popolare, grazie alla sua fisarmonica. A Castelfidardo (Ancona), torna il Premio Internazionale Città di Castelfidardo riservato a solisti e complessi di fisarmonica di genere classico e di altri generi. La manifestazione, giunta quest’anno alla 44esima edizione, si svolgerà dal 18 al 22 settembre 2019. Promossa dal Comune di Castelfidardo in collaborazione con l’Associazione Turistica Pro Loco, conferma il suo ruolo di promozione per la fisarmonica come strumento per tutte le generazioni e tutti i generi musicali. Seguendo questa filosofia, il Premio Internazionale Città di Castelfidardo sta introducendo nuove categorie come la World Music e una giuria di eccellente qualità, che potrebbe anche avere un ruolo di talent scout. A Castelfidardo si trova anche il Museo Internazionale della Fisarmonica , con una collezione composta da circa 350 esemplari tutti diversi tra loro.


LA FILOSOFIA

E’ GIÀ IERI: ancora un volta è un ossimoro il codice linguistico dell’appuntamento pesarese di Popsophia, che da sempre trae forza proprio dagli accostamenti contraddittori in grado di interpretare il presente e di unire tradizione filosofica e cultura pop. «Racconteremo – spiega la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – a modo nostro quale humus alimenti questo eterno ritorno, un segnatempo ricorrente che influenza profondamente la cultura, la politica e tutta la vita contemporanea». Popsophia torna a Pesaro, dal 4 al 6 luglio, con un tema inedito per approfondire le passioni e le ossessioni che compongono il nostro presente. Una sfida intellettuale che unirà protagonisti e spettatori nel tentativo di cambiare gli occhiali con cui decifrare il mondo della cultura internazionale. E dopo sette anni a Rocca Costanza, il festival si sposta nel centro storico della città.


ICONE NEL MONDO

FINO al 7 luglio 2019, la mostra di Banksy (artista inglese) animerà Palazzo Campana di Osimo. Inaugurato il 28 marzo scorso, l’allestimento racconta la storia di uno dei più grandi writer dei nostri tempi. Il progetto espositivo consiste in una selezione delle migliori opere prodotte da Banksy e divenute iconiche in tutto il mondo.

LE SUE PERFORMANCE sono quelle esposte nella mostra dedicata alla street art a Firenze e le immagini forti e contradditorie delle metropoli moderne sono protagoniste di questa esposizione da non perdere. La vera identità dell’artista rimane ancora sconosciuta, un mistero che in realtà ha alimentato la sua fama. «From the street to the museum – Works of the artist known as Banksy» (tradotto: dalle strade al museo – parole dell’artista noto come Banksy), è il titolo della mostra


Le Marche rivivono la storia
Dame, cavalieri e giostre
alla scoperta delle tradizioni

NEL CUORE del cratere sismico sono tanti i Comuni che d’estate fanno un tuffo nella storia. C’è Ascoli con la sua Quintana, che il 13 luglio e il 4 agosto vedrà scendere in piazza musici, sbandieratori e figuranti, che accompagneranno i loro cavalieri al campo dei giochi per la giostra che assegnerà l’ambito palio: un appuntamento con oltre 1.500 figuranti in abiti medievali, che aprono la sfida tra i cavalieri che ‘assaltano il moro’ per conto dei rispettivi sestieri di appartenenza. Restando nel Piceno, ad Acquaviva Picena giovedì 1, venerdì 2 e domenica 4 agosto va in scena Sponsalia con giochi, spettacoli, balletti medievali e banchetto nuziale, dentro le mura della fortezza medievale: è la rievocazione storica di quanto accadde nel 1234, quando Forastéria, figlia di Rinaldo degli Acquaviva detto il Grosso, andò in sposa a Rainaldo dei Brunforte, figlio di Bonconte nipote di Fidesmino di Brunforte, Signore di Sarnano e Vicario di Federico II. A Fermo c’è la Cavalcata dell’Assunta, la rievocazione storica più antica d’Italia, dal 26 luglio al 15 agosto: una rievocazione che riproduce corteo, celebrazioni religiose e tornei legati, fin dal 1182, alle festività patronali della Madonna Assunta. La vittoria nella corsa dei cavalli assegna il Palio dell’Assunta, mentre nei giorni precedenti la rivalità tra le dieci contrade di Fermo si esprime sia a tavola nelle hostarie sia nelle sfide dei giochi storici. A Grottazzolina, in provincia di Fermo, dal 3 all’8 agosto sono ‘I giorni di Azzolino’, rievocazione che celebra la figura di Azzo VII, Marchese d’Este, potente signore di Ferrara al quale Grottazzolina deve l’attuale denominazione. Per una settimana sembrerà di essere tornati al 1200, con cene, spettacoli, botteghe di antichi mestieri, tornei di arco storico e l’unica giostra medievale con mazza ferrata. Sempre nell’entroterra fermano, a Servigliano, dal 9 al 18 agosto c’è il torneo cavalleresco ‘Castel Clementino’: un torneo cavalleresco che vive il suo clou nella sfida tra i rioni, che si cimentano nella Giostra dell’Anello: gara tra cavalieri che si affrontano su un percorso ad ‘otto’ in quattro tornate per centrare 12 anelli di diverse dimensioni. Salendo verso nord eccoci a Treia, con la sua Disfida del bracciale: una manifestazione che va avanti dal 1979, che si tiene la prima domenica d’agosto ma che è preceduta da dieci giorni di festeggiamenti, che iniziano l’ultimo venerdì di luglio. Qui sono i quattro quartieri cittadini che si sfidano per la conquista del palio in questo particolarissimo gioco del pallone col bracciale. Sempre nella zona del maceratese, dal 10 al 15 agosto si terrà la cinquantesima edizione del Palio di San Ginesio, un’avvicente gara equestre tra i quattro rioni cittadini: la sua organizzazione, dai costumi d’epoca dei figuranti alle modalità di competizione, riflette fedelmente quanto tramandato dai documenti conservati nell’archivio comunale.