Allegoria, costumi e colori sfilano per le strade della piccola Piumazzo

Fantasia / Ogni anno si lavora con dedizione alla realizzazione di giornate davvero speciali per intrattenere grandi e piccoli in questi giorni di festa

Una tradizione viva da oltre 50 anni che viene portata avanti con l’identica voglia di far bene, divertire, stupire e divertirsi: è il Carnevale di Piumazzo, appuntamento fisso della provincia di Modena che torna puntuale anche quest’anno per grandi e piccini. Questo piccolo paese si accende letteralmente nei giorni di festa del Carnevale con sfilate di carri e maschere, intrattenimento per i più piccoli e tanta musica. E anche quest’anno il comune di Piumazzo ha lavorato con grande serietà e dedizione per organizzare la 51esima edizione di questa festa. Andy & Mac (in foto) saranno i presentatori che, anche quest’anno, intratterranno il numeroso pubblico presente dal grande palco montato nel cuore del paese. Giochi a premi, carri allegorici e molte associazioni carnevalesche presenti saranno protagonisti del pomeriggio del 23 febbraio e del 1° marzo. Segnate dunque queste due date sull’agenda per passare due domeniche all’insegna della spensieratezza e del divertimento!


Modena

Giovedì Grasso: lo Sproloquio di Sandrone

Torna lo sproloquio di Sandrone ad allietare il Carnevale di Modena con una grande festa che avrà luogo per tutto il centro storico. In arrivo dal paesino immaginario di Bosco di Sotto, le maschere modenesi Sandrone, la Pulonia e Sgorghiguelo, cioè la “Famiglia Pavironica”, che scenderanno alla Stazione di Modena in piazzale Dante alle ore 14. Il corteo delle maschere, con tanto di carrozza e cavalli, sfilerà poi per il centro storico garantendo grande spettacolo per i presenti. Verso le 17.30 il corteo ripartirà da via Scudari, prosegue su via Emilia Centro, via Farini, Piazza Roma, per poi entrare in Accademia Militare per saluto al Comandante. www.comune.modena.it


Le antiche tradizioni di Formigine

Il programma / Numerosi eventi tra domenica 23 e martedì 25 febbraio

Il Carnevale di Formigine affonda le sue radici in tempi lontanissimi. Già nel 18esimo secolo, infatti, nella Sala della Loggia e a Casinalbo, venivano allestite rappresentazioni teatrali e veglie. Agli anni ‘30 risale il primo ballo mascherato, che diventerà un appuntamento fisso dal 1957, grazie al Carnevale dei Ragazzi. Insomma il culto della maschera e delle rappresentazioni, in questa splendida cittadina, c’è sempre stato. E anche quest’anno, Formigine risponde alla grande con la 63esima edizione del Carnevale. Un programma ricchissimo di appuntamenti da non perdere. Domenica 23 febbraio Bivacco degli Zingari di Formigine e degustazione di piatti tipici e alle 14.30 corso mascherato con la Famiglia Pavironica, il Re e la Regina del Carnevale e la banda musicale del Liceo “Carlo Sigonio”. Sproloquio della Famiglia Pavironica, Concerto dei “TANTA ROBA”, apertura del Museo del Castello e atelier creativo per tutta la famiglia chiudono la giornata. Grande festa anche martedì 25 con cerimonia di premiazione fissata per le 17. www.comune.formigine.mo.it