Dirottato un autobus di studenti

Il caso / Una tragedia evitata per l’intervento di due ragazzi a bordo

20 MARZO • Evitata una strage di scolari a San Donato Milanese. Un uomo è stato fermato dai carabinieri dopo che aveva versato benzina all’interno dell’autobus che guidava – con a bordo una scolaresca diretta alla scuola media Vilati di Crema – e poi aveva appiccato il fuoco. Per fortuna i ragazzini presenti all’interno del mezzo sono riusciti a scappare prima che le fiamme devastassero tutto. Ousseynou Sy, cittadino senegalese 46enne regolare in Italia, autista del mezzo, è stato accusato di tentata strage e sequestro di persona con l’aggravante di aver agito con premeditazione. Secondo la ricostruzione fornita dalle forze dell’ordine, la tragedia è stata evitata anche grazie all’intervento di due ragazzini di nome Ramy e Adam (in foto a destra). I due, sul bus al momento dei fatti, hanno chiamato col cellulare rispettivamente i genitori e il 112. Immediatamente dopo le segnalazioni, sono scattati una serie di posti di blocco e la storia si è chiusa con un lieto fine.


Precipita un aereo, 157 le vittime

Il lutto / Otto gli italiani, tra loro un archeologo di fama internazionale

10 MARZO • Il disastro aereo del Boeing 737 della Ethiopian Airlines precipitato sei minuti dopo il decollo da Addis Abeba ha coinvolto tutto il mondo: 157 vittime di 35 diverse nazionalità (149 passeggeri e 8 membri dell’equipaggio). A bordo del velivolo c’erano anche 8 passeggeri italiani, tra le vittime italiane il primo nome dell’elenco è quello dell’assessore regionale ai Beni Culturali della Regione Sicilia, Sebastiano Tusa (in foto a destra). Archeologo di fama internazionale, “sovrintendente del Mare” della Regione, Tusa era diretto in Kenya per un progetto dell’Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo. Le altre vittime italiane sono tre volontari della onlus Africa Tremila di Bergamo, il presidente Carlo Spini, la moglie Gabriella e il tesoriere Matteo Ravasio, Paolo Dieci, presidente della ong Cisp e rete LinK 2007; Virginia Chimenti, funzionaria del World Food Programme dell’Onu, Rosemary Mumbi e Maria Pilar Buzzetti.


Due attentati in Nuova Zelanda

Il dramma / Oltre 50 le vittime causate da due sparatorie coordinate

15 MARZO • Anche la Nuova Zelanda scopre l’incubo del terrorismo. Il 15 marzo si verificano gli attentati di Christchurch: due sparatorie coordinate che hanno causato la morte di cinquanta persone e il ferimento di altrettante. Il primo attacco è avvenuto alle ore 13.40 presso la moschea di Al Noor (“Moschea della luce”) mentre il secondo è avvenuto alle ore 13.51 presso il centro islamico di Linwood, entrambi i luoghi affollatissimi da persone di religione musulmana che praticavano la preghiera del venerdì. L’autore degli attentati di stampo islamofobo, un uomo australiano di 28 anni vicino agli ambienti neofascisti, ha trasmesso il video in diretta Facebook. Sulle armi da lui utilizzate erano riportati nomi di storiche battaglie in cui i musulmani furono sconfitti (ad esempio quelle di Lepanto e di Tours) e nomi di personaggi storici o contemporanei responsabili di aver combattuto o aver ucciso persone di fede islamica. Gli attentati di Christchurch sono passati alla storia come la strage più cruenta mai vissuta dalla Nuova Zelanda.


NOTIZIE IN BREVE

BOLOGNA
Il Carnevale finisce in tragedia

5 MARZO • Un giorno di festa che si trasforma in tragedia. Gianlorenzo Manchisi, ha poco più di due anni, quando prova a sedersi su un carro allegorico durante la sfilata di Carnevale a Bologna. Il bambino è in compagnia della mamma, ma perde l’equilibrio e cade venendo travolto dalle ruote del carro. Per il piccolo non c’è nulla da fare (in foto i funerali).

ANCONA
Fridays for Future, 3000 in corteo

16 MARZO • Almeno 3.000 ragazzi hanno partecipato allo sciopero per il clima “Fridays for Future”. Il corteo è partito dal monumento ai Caduti nella zona del Passetto fino a piazza Roma. I manifestanti hanno sfilato con cartelli con scritte come “Non c’è un pianeta B” e “Ancona for change”. Manifestazioni simili si sono tenute a Pesaro, Macerata e Senigallia.

BOLOGNA
Fratellini cadono dall’ottavo

23 MARZO • Per Bologna è un giorno triste. David e Benjamin sono in casa col papà, mentre la mamma è al lavoro nel suo salone di parrucchiera. Ad un tratto si sente un tonfo e le urla dei passanti: i due fratellini di origine kenyana, rispettivamente di dieci e quattordici anni, sono precipitati dall’ottavo piano del palazzo: per loro non c’è scampo.

REGGIO EMILIA
Circonciso in casa, muore neonato

24 MARZO • Tragedia a Reggio Emilia. Un bambino di cinque mesi è morto a causa di un intervento di circoncisione fatto in casa dai genitori, di origine ghanese. Le condizioni del neonato sono apparse gravissime sin da subito ed è stato trasportato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Sono stati inutili tutti i tentativi da parte dei medici di salvargli la vita.

ANCONA
Il Papa visita il Santuario di Loreto

25 MARZO • Con la visita a Loreto papa Bergoglio si aggiunge alla schiera di pontefici che nel corso del tempo hanno visitato la Basilica della Santa Casa, considerata il più antico santuario mariano del mondo. Secondo la tradizione in questo luogo di culto sono custoditi i resti di Maria a Nazareth, arrivata in Italia per “ministero angelico”.