Visite guidate ai Musei Civici della città per (ri)scoprire il patrimonio di Reggio Emilia

Museo del Tricolore, Galleria Parmeggiani e Storia di Psichiatria

Il Museo del Tricolore è allestito all’interno del Palazzo del Comune, la cui costruzione, iniziata nel 1416, vede diversi successivi interventi architettonici tra cui, negli anni 1774-75, la progettazione di una grande sala in origine destinata ad archivio e poi destinata alle riunioni del Consiglio Generale e ad altre riunioni di particolare importanza. In particolare nel 1796 si decise che in quella sala si sarebbe tenuto il Congresso Centumvirale: a questo scopo furono costruite le tribune nella sala, che fu detta la Sala Patriottica. Qui, il 7 gennaio 1797, nasce il Tricolore, bandiera di uno Stato Sovrano, destinata a diventare presto il simbolo dell’indipendenza e dell’unità nazionale. In locali prospicienti la Sala del Tricolore, articolati in due diversi piani, tra il 2004 e il 2006 è stato allestito il Museo del Tricolore. Nel 2004 inaugurò la prima Sezione del Museo dedicata al periodo napoleonico. La seconda sezione venne inaugurata nel 2006 e ospita documenti originali e cimeli relativi alle vicende storiche del Risorgimento nazionale, fino almeno al 1897, l’anno delle grandi celebrazioni reggiane del primo Centenario del Tricolore. Nel 2017, in occasione dei 220 anni della nascita del Tricolore, una sezione dedicata alla contemporaneità è stata inaugurata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Galleria Parmeggiani raccoglie la collezione d’arte di Luigi Parmeggiani. Tra le opere più pregiate: il Ritratto del Principe Carlos di Borbone di Herrera Barnuevo, precedentemente attribuito a Velázquez; il Trittico del XVI oggi attribuito al maestro di Bruges e in passato riferito a Van Eyck; il Salvatore Benedicente di sicura attribuzione a El Greco. Per quasi un secolo luogo di dolore e costrizione, il Museo di Storia della Psichiatria permette ora di evocare la particolare atmosfera che lo ha caratterizzato. Sono stati rispettati i suoi spazi originali, i materiali, i cromatismi e le tracce del degrado che ne hanno segnato l’esistenza. In mostra gli strumenti scientifici, di contenzione e di terapia quali camicie di forza, macchine per l’elettroshock, caschi del silenzio per isolare i pazienti, l’urna per la goccia d’acqua.

Info: www.musei.re.it

INFO UTILI
Le visite hanno orarie giorni diversi in base alla struttura


PALAZZO DEI MUSEI Esposizione di oltre 30 dipinti organizzata in sezioni

Una mostra su Antonio Fontanesi e la sua eredità

In esposizione oltre trenta dipinti di Antonio Fontanesi, provenienti da importanti musei e collezioni italiane, posti a confronto con la produzione degli artisti che la critica ha collegato con la sua produzione, individuandone possibili motivi di ispirazione in un arco cronologico che dagli anni Ottanta dell’Ottocento arriva fino agli anni Sessanta del Novecento. Saranno documentati i rapporti con la cultura simbolista e divisionista attraverso opere di Grubicy, Bistolfi, Pellizza da Volpedo e Morbelli, ma anche la sua ripresa negli anni Venti a opera di Carrà, Casorati e Tosi. L’ultima sezione sarà dedicata alle interessanti interpretazioni critiche degli anni Cinquanta di Longhi e Arcangeli. Quest’ultimo infatti inserisce Fontanesi nell’evoluzione di un naturalismo che nel dopoguerra arriva a Ennio Morlotti, Mattia Moreni, Pompilio Mandelli spingendosi fino alle ricerche materiche di Alberto Burri.

Info: musei.comune.re.it


EVENTO

A Novellara “A tavola col Blues”tra gusto e musica

Nel 2017 l’anguria reggiana ha ottenuto il riconoscimento europeo di Indicazione Geografica Protetta, il primo marchio IGP per un prodotto di origine vegetale esclusivo della provincia reggiana e in assoluto il primo IGP in Europa dedicato a questo frutto. Novellara riscopre la sua antica tradizione agricola nella manifestazione dedicata al cocomero, frutto tipicamente estivo, proveniente dall’Africa e diffusosi in tutti continenti, che ha trovato “terreno fertile” nel comune della Bassa, raggiungendo vette d’eccellenza per la sua elevata qualità. Concerti blues e roots music, artisti di strada, stands gastronomici, giochi, mercatini, mestieri antichi, laboratori e spettacoli per bambini, gara del grado zuccherino e della gustosità, sfilata dei carri delle angurie giganti, concorso anguria più pesante.

Info: www.proloconovellara.it