Roche Bobois: la cultura contagia il design

Leader nel mondo dell’arredamento, votato alla qualità e allo stile, il marchio è anche quest’anno tra i grandi protagonisti della kermesse

Il design e l’arredamento si fanno arte grazie a Roche Bobois, storico partner di Arte Fiera. Un marchio che racconta un design unico ed esclusivo, nato nel 1960 dalla passione comune per i mobili contemporanei delle famiglie Roche e Chouchan: due realtà che decidono di fondersi in un unico marchio, con l’idea di importare mobili scandinavi. Nasce così Roche Bobois. Già agli inizi degli anni ’70, il ‘brand’ si impone come leader di mercato nel settore dei divani, diventati gli elementi chiave dello spazio abitato. Modulabili, adattabili, dotati di tessuti esclusivi e, per la prima volta, in pelle, i divani Roche Bobois si distinguono per qualità e design. Il marchio si è da subito contraddistinto per l’art de vivre à la française: un’identità forte e sempre attuale nelle creazioni della maison, che non si limitano a linee essenziali, per giocare al meglio con volumi, curve e materiali. Uno dei pochi marchi che, nel mercato del mobile, è riuscito a imporsi su scala mondiale. La Maison francese è infatti presente nel mondo con 250 negozi: una rete internazionale in continuo sviluppo. Tra questi, l’esclusivo showroom di Bologna, situato nel cuore delle città all’interno dello storico Palazzo Lupari, in Strada Maggiore 11: un negozio di oltre 1000 metri quadrati (il più grande d’Italia), che offre ai visitatori un percorso emozionale tra numerose e scenografiche ambientazioni. Lo showroom bolognese custodisce anchun tratto dell’antico Decumano romano, oltre a preziosi mosaici e ai resti di una torre di epoca Medievale. Il marchio raccoglie oggi anche la sfida dell’internazionalizzazione, grazie alla sua rete di produttori europei e ai legami stretti sia con i designer di fama internazionale (Ora Ito, Sacha Lakic, Roberto Tapinassi & Maurizio Manzoni, Stephen Burks, Marcel Wanders, Raphael Navot e altri), che con le principali Maison di alta moda (Jean Paul Gaultier, Missoni e Christian Lacroix Maison). Una French Art de Vivre che fa parlare di sé in tutto il mondo. Protagonista, è sicuramente il divano componibile Mah-Jong, vestito con tessuti firmati dal designer giapponese Kenzo Takada. Fonte d’ispirazione gli antichi kimono, che Takada ha reinterpretato nei motivi e nei colori, creando tre rivisitazioni con altrettante tonalità di colori. L’incontro tra lo spirito libero, il genio e l’audacia di Kenzo Takada e la French Art de vivre di Roche Bobois, dà origine a una collezione unica per ricercatezza e modernità. Che, anche quest’anno, è pronta a essere tra i protagonisti di Arte Fiera.