Le sette vite di un creativo irriverente da scoprire in una mostra

Più di 250 disegni, pupazzi, filmati e documenti

La mostra è dedicata all’instancabile mente creativa di Tinin Mantegazza, illustratore, pittore, scenografo e scrittore, artista. L’allestimento ripercorre le principali tappe della sua straordinaria carriera artistica offrendo al pubblico una vasta selezione di opere e documenti in grado di ricostruire gli svariati volti del suo impegno creativo: dagli anni ’50 infatti collabora con le redazioni de La Notte e del Corriere dei Piccoli ed apre anche una piccola galleria d’arte, La Muffola, dove accanto alle mostre di artisti come Luzzati, Pericoli, Rossello, Ceretti ed altri si esibiscono giovani attori e cantanti quali Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Paolo Poli, Cochi e Renato e Bruno Lauzi, fino all’esperienza dello storico Cab ’64. Con la moglie Velia inizia a costruire pupazzi e ad animarli in forme originali per spettacoli teatrali e televisivi, fondando anche il Teatro del Buratto, oltre alla collaborazione con Enzo Biagi e alla direzione di importanti eventi e istituzioni culturali. Nel percorso espositivo, composto da più di 250 disegni originali, dipinti, pupazzi, fotografie, filmati e documenti, non mancano le testimonianze della sua graffiante critica sociale e politica, del suo ruolo di animatore dei primi anni del cabaret milanese, nonché delle sue realizzazioni più note al grande pubblico, come il celebre sig. Toto o il pupazzo Dodò del programma RAI per ragazzi L’Albero Azzurro.

Info: www.museocivicobagnacavallo.it/tinin-mantegazza/


NATURA

Cervia Città Giardino: 47° edizione

Considerata tra le più importanti manifestazioni italiane dedicate all’architettura del verde, “Cervia Città Giardino”, arrivata alla 47° edizione, fiorisce, letteralmente, da maggio quando artisti, tecnici e architetti del verde in rappresentanza di 60 città ed enti italiani e stranieri si danno appuntamento per trasformare le aiuole e i giardini delle località di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata in vere e proprie opere d’arte, dando vita ad una grande mostra en plein air. Questa amichevole gara non competitiva si rinnova ogni anno grazie al confronto e all’interscambio di creatività dei maestri del verde che sfocia in allestimenti originali e sperimentali, un vero e proprio trampolino di lancio verso le più affascinanti e innovative tecniche di architettura del verde. I capolavori di questo eccezionale confronto – 270.000 piante di fiori e migliaia di metri quadrati di tappeto erboso utilizzati per trasformare la città, sculture, espressioni e composizioni emozionanti, figure e geometrie, originali giardini e allestimenti floreali – si possono ammirare per tutto il periodo estivo, fino a fine settembre, passeggiando per Cervia e dintorni ad ogni ora del giorno, ed anche in notturna.

Info: www.turismo.comunecervia.it/it/eventi/manifestazioni-e-iniziative/mostre/cervia-citta-giardino


Bagnocavallo: percorso del Podere Pantaleone

Il Podere Pantaleone, con il suo ambiente di grande valore naturale e paesaggistico, ha riaperto al pubblico e offre la possibilità di essere riscoperto anche con visite guidate fino al 6 ottobre. Il Podere Pantaleone è un’area di riequilibrio ecologico e sito di importanza comunitaria di circa sette ettari di terreno. Sottratto ai moderni interventi agronomici da oltre 60 anni, il podere si è trasformato in un’area naturale con un elevato valore storico e paesaggistico. Il Pantaleone ha un aspetto boscoso, in cui i vecchi campi, con le antiche piantate romagnole, sono circondati da folte siepi. Nell’area, incolta da decenni, la flora e la fauna si sono sviluppate liberamente. Interessante la presenza del gladiolo dei campi, piede di gallo, del tulipano selvatico, di una ricca colonia di gufo comune e assiolo nonché dello scoiattolo, della rana dei prati e di vari insetti sopravvissuti qui ma estinti nel resto della pianura romagnola.

Info: www.poderepantaleone.it