Ai Musei San Domenico l’arte dell’’800
Hajez, Segantini ed altri in esposizione

Retrospettiva visitabile dal pubblico fino al 16 giugno

I Musei San Domenico ospitano la mostra “Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini”, visitabile fino al 16 giugno. “Una mostra – evidenzia il coordinatore, Gianfranco Brunelli – che vuole mettere un punto fermo sull’Ottocento italiano, dopo le centinaia di retrospettive che hanno indagato questo o quell’autore, questo o quell’aspetto, declinazione o sfaccettatura di quell’importante secolo”. La mostra presenta, nella loro più importante produzione, pittori come Hayez, Induno, Molmenti, Pagliano, Faruffini, Cremona, Barabino, Bertini, Malatesta, Mussini, Maccari, Muzioli, Gamba, Gastaldi, Fontanesi, Grosso, Morelli, Costa, Fattori, Ussi, Signorini, Ciseri, Corcos, Michetti, Lojacono, Delleani, Mancini, Favretto, Michetti, Nono, Previati, Carcano, Longoni, Morbelli, Nomellini, Tito, Sartorio, Coleman, Cellini, Bargellini, De Carolis, De Nittis, Pellizza da Volpedo, Segantini, Boccioni, Balla; e scultori come Vela, Cecioni, Monteverde, Rosa, Tabacchi, Grandi, Gemito, Rutelli, Ximenes, Trentacoste, Canonica, Bistolfi. Ma sarà anche la straordinaria occasione di far conoscere tanti altri artisti sorprendenti, oggi ingiustamente dimenticati. Info: www.cultura.comune.forli.fc.it


FORLIMPOPOLI EVENTO DEDICATO AL MANGIARE E ALL’ORIGINE DELLE DIETE

Unicibo: storia di cibo tra Paleolitico e Neolitico

La mostra “Unicibo – Storia di cibo tra Paleolitico e Neolitico”, allestita presso il Museo Archeologico Civico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli, illustra come si può ricostruire la dieta nelle popolazioni del passato attraverso l’esposizione di pezzi originali e di pannelli esplicativi, soffermandosi sui metodi e sui cambiamenti alimentari con particolare attenzione alle fasi di transizione. La mostra sarà visitabile fino al 19 maggio. Mangiare è vitale, è conviviale, è buono, è bello. Dalla necessità alla sublimazione: la storia dell’uomo e della sua alimentazione possono essere ricostruiti attraverso una documentazione insolita: ossa, denti, semi e piante. Il progetto intende illustrare le modalità con cui oggi si è in grado di ricostruire la dieta nelle popolazioni del passato mediante l’esposizione di reperti scheletrici originali.Info: www.maforlimpopoli.it/unicibo-tutte-le-visite-guidate-alla-mostra


PALAZZO ROMAGNOLI

Enzo Bellini: “Arte e gioiaDi vivere”

Nuova esposizione temporanea a Palazzo Romagnoli dal titolo “Arte e Gioia di Vivere”. Il primo piano del Museo, dove vengono esposte a rotazione opere novecentesche provenienti dalla Pinacoteca civica, ospita una retrospettiva dedicata all’artista romagnolo Enzo Bellini. L’evento si svolgerà fino al 16 giugno con orario: la martedì al venerdì 9.30-13 (martedì mostra visitabile anche il pomeriggio dalle 15 alle 17.30); sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18. Enzo Bellini si è accostato giovanissimo al disegno, operando anche come illustratore e decoratore.Info: www.cultura.comune.forli.fc.it