Il work-out a suon di musica: scopri quanti sono i benefici

Fonte / Ad affermarlo è uno studio della Brunel University di Londra

Ascoltare musica mentre si corre o, in generale, ci si approccia a qualsiasi tipo di allenamento risulta essere particolarmente benefico per corpo e mente. E non solo perché la musica fa compagnia e dà a tutti l’idea che il tempo possa scorrere più velocemente ma anche e soprattutto perché l’effetto di una qualsiasi melodia diminuisce di gran lunga il senso di fatica. Ad affermarlo è Costas Karageorghis, esperto di Sport, Health & Excercise Sciences della Brunel University di Londra (che da anni studia gli effetti della musica sulle performance fisiche degli atleti), la cui indagine è stata pubblicata sulla rivista International Journal of Psychophysiology. Durante la ricerca è stata utilizzata la canzone di Marvin Gaye “I Heard It Through The Grapevine” mentre un gruppo di persone si allenava e hanno notato che i partecipanti allo studio hanno evidenziato una diminuzione della fatica, riferendo anche di aver avuto la sensazione che gli allenamenti fossero più brevi e più stimolanti durante l’ascolto della canzone. Insomma la musica sarebbe benefica per corpo e soprattutto mente.


L’effetto negativo

C’è il rischio di una dipendenza?

Abituandosi ad ascoltare musica durante l’allenamento si rischia di sviluppare una sorta di dipendenza allo stimolo musicale che rende poi difficile l’esercizio in assenza di musica. è questo il solo effetto collaterale dell’allenarsi a suon di note, ecco perché gli esperti consigliano di non farlo sempre, proprio per evitare di considerare necessaria la musica per sopportare lo sforzo fisico.


Suggerimenti: scegliere i brani e i ritmi più adatti

Play list / Contro noia e affaticamento pop e rock sono i più indicati

C’è musica e musica da ascoltare durante l’allenamento, ecco perché occorre scegliere quella più giusta, in grado di fornire importanti stimoli contro la fatica. Come affermato da Costas I. Karageorghis and Peter C. Terry nel libro “Inside sport psicology”, la musica pop e quella rock si rivelano, nella maggior parte dei casi, le scelte migliori da fare quando si comincia ad
allenarsi. Con determinati ritmi, infatti, pop e rock sono in grado di aumentare la resistenza fisica nella pratica sportiva e donare una maggiore carica anche durante allenamenti intensi, combattendo così il senso di fatica tipico di uno sforzo eccessivo. Per le persone alle prime armi, per quelle che non sono molto allenate, e per tutti quelli che contano i minuti che li separano alla fine delle sessioni di allenamento, insomma, pop e rock sono i più preziosi alleati.