Home fitness per le braccia: I suggerimenti e le astuzie per chi non ama la palestra

Un’opzione è rivolgersi ad un personal trainer

Fare ginnastica in casa è l’ideale per chi ha poco tempo, ma come riuscire ad organizzarsi? Rivolgersi a un personal trainer che possa seguire “a distanza” il periodo di allenamento è un buon consiglio. Poi, prima regola: anche se si è in buona forma fisica, è meglio iniziare con poche ripetizioni e valutare se si esegue l’esercizio con facilità. Non è la quantità che determina il risultato, ma la qualità del lavoro. Per tonificare le braccia posizionatevi alla fine di una scalinata in casa: sedetevi in modo tale che le gambe siano distese. Appoggiate le mani sullo scalino: i palmi devono essere rivolti verso il basso e le braccia devono essere perpendicolari al corpo, i gomiti guardano all’indietro e restano paralleli. Alzatevi utilizzando esclusivamente la forza delle vostre braccia e sollevando tutta la gamba: dovrete restare appoggiate esclusivamente al tallone dei piedi e al palmo delle mani. Per altri esercizi semplici si possono utilizzare i pesetti; se non li avete, sostituiteli con delle bottiglie d’acqua da 0,5-1 litro.
www.quotidiano.net


Quante volte e per quanto tempo?

Allenati una o due volte a settimana. Molte persone pensano che allenarsi ogni giorno aiuti a costruire muscoli più grandi, ma la massa muscolare aumenta nei giorni di riposo tra le sessioni di allenamento. Se non darai ai tuoi muscoli, particolarmente quelli delle braccia, il tempo di riposare, rischierai un infortunio e ritarderai i risultati che vuoi ottenere. Per la stessa ragione, ogni sessione di allenamento dovrebbe durare solo mezz’ora.


REGOLE

L’ABC di ogni allenamento

Ricordati che l’idratazione è molto importante: cerca di bere la giusta quantità di acqua ogni giorno. Secondo: non sottovalutare l’importanza dello stretching, anche prima dell’allenamento. Fai sempre riscaldamento e presta molta attenzione all’esecuzione degli esercizi: se non li fai in modo corretto rischi un infortunio. Devi distinguere la differenza tra il dolore “pericoloso” e quello “naturale”. Un po’ di fastidio durante l’esecuzione potrebbe essere semplicemente indice che il muscolo “lavora”.
Ma se il dolore è eccessivo, fermati e riposati.